Nuovo calendario di R.D. in vigore dal 4 settembre 2017

Calendario R.D. 2017

Opuscolo R.D. 2017

Cari concittadini, a distanza di tre anni dal primo cambio di calendario che ha portato il nostro Comune a raggiungere livelli di R.D. al di sopra del 60%, lunedì 4 settembre 2017 saranno introdotti dei nuovi cambiamenti.

Fate attenzione e abituatevi alle modifiche. E’ logico che si cambi, adeguandosi ai risultati. Ad esempio aumentando la quantità di plastica differenziata, siamo arrivati al punto che gli operatori non riescono più a raccoglierla in un solo passaggio settimanale. Analogamente, diminuendo l’indifferenziata si farà un passaggio settimanale in meno.

Per ovviare alla riduzione dei passaggi per il rifiuto residuo indifferenziato, sarà avviata nella stessa data, una raccolta speciale per i pannolini e pannoloni che avrà cadenza di tre volte alla settimanana: le famiglie con bambini piccoli e le famiglie con particolari esigenze sanitarie, potranno fare domanda al Comune per avere diritto a questa raccolta speciale. La raccolta dei pannolini e pannoloni è gratuita ma possono usufruirne solo le famiglie che ne dimostrino il reale bisogno.

Un ulteriore cambiamento sarà quello che i metalli (lattine e scatolette di acciaio ed alluminio) non saranno più conferiti insieme al vetro ma esclusivamente insieme alla plastica . Il vetro andrà conferito da solo.

Opuscolo raccolta differenziata 2017

Il nuovo calendario, riportato in basso, sarà distribuito insieme ad un opuscolo contente tutte le indicazioni necessarie, presso tutte le abitazioni.

Calendario raccolta differenziata 2017

Chi non differenzia troverà scomode le novità, ma chi invece pratica correttamente la raccolta differenziata le troverà una conseguenza naturale. Leggete bene tutto e continuate ad aiutarci come state facendo per rendere migliore il nostro paese.

Il Sindaco, Salvatore Greco

L’assessore ai servizi di igiene ambientale, Giuseppe Fresta

Compostaggio domestico

A Santa Venerina è possibile praticare il compostaggio domestico.

Con la delibera di Consiglio Comunale n. 31 dell’11 maggio 2015 è stato approvato il “Regolamento comunale per la pratica del compostaggio domestico”.

banner compostaggio

Ogni utenza dotata di giardino (o in possesso di un idoneo spazio verde, vedi art. 3 del regolamento) può fare richiesta per l’adesione al progetto "Compostiamoci bene” e decidere di gestire la frazione umida in proprio, ovvero smettere di conferire l'organico al servizio di raccolta trasformando lo stesso in fertilizzante naturale (compost) da riutilizzare sempre in proprio.

Il processo di trasformazione può essere realizzato mediante sistemi diversi tra cui l’utilizzo di composter (o compostiere che dir si vogliano) facilmente reperibili sul mercato. L’adesione al progetto “Compostiamoci bene” consente anche di ottenere un composter in comodato d'uso gratuito per tutta la durata dell’adesione al progetto.

La pratica del compostaggio permette di ottenere uno sgravio sulla Ta.Ri. (Tassa Rifiuti) a patto, ovviamente, di non conferire più i rifuti organici al sistema di raccolta e di effettuare il processo di trasformazione in maniera corretta.

Per ottenere lo sgravio l’utente si impegna, mediante una convenzione, a non conferire più la frazione umida al servizio di raccolta e ad apporre una targhetta sul limite del confine di proprietà dell’utenza, necessaria a segnalare l’adesione al progetto e permettere di effettuare agevolmente i controlli.

Per avviarsi al progetto ogni utente deve prima fare domanda e partecipare almeno ad un corso / incontro informativo organizzato dall’amministrazione comunale. Il processo di trasformazione in compost è infatti un processo che richiede la conoscenza di alcuni rudimenti fondamentali oltre ad attenzione e costante impegno.

banner compostaggio

Per informazioni sulle modalità di iscrizione al progetto chiamare il numero 095 700 1133.

Per la compilazione della domanda occorre rivolgersi all'ufficio ecologia del Municipio comunale.

Regolamento sul compostaggio domestico

Guida al compostaggio domestico

Etichetta da applicare sull'abitazione (png)

Regolamentazione del conferimento dei rifiuti sul territorio comunale

Il sindaco Salvatore Greco ha promulgato due ordinanze per la regolamentazione del conferimento dei rifiuti sul territorio comunale:

L'ordinanza n.6/2014 che disciplina nel dettaglio le modalità, gli orari e le possibilità offerte dall'attuale sistema di raccolta.

L'ordinanza n.13/2014 che introduce un nuovo calendario di raccolta a partire dall'8 settembre 2014.

Con le suddette ordinanze sono state gettate le basi per la futura evoluzione del servizio e soprattutto per il controllo dei comportamenti scorretti.

L'ordinanza n.6/2014 stabilisce infatti che:

[...] salvo quanto disposto dal D.lgs. n. 152/2006, le violazioni a quanto previsto dalla presente Ordinanza, ove non costituiscano reato e non siano sanzionate da regolamenti, decreti o leggi di altra natura, sono punite con il pagamento di sanzioni amministrative a norma della Legge n. 689/1981 e del D.lgs. n. 267/2000 e ss.mm.ii..
Le violazioni in argomento sono punite con la sanzione amministrativa pecuniaria compresa tra un valore minimo di euro 50 (cinquanta/00) e un massimo di euro 500 (cinquecento/00) ovvero con il pagamento in misura ridotta determinato ai sensi dell’art. 16, comma 1, della Legge n. 689/1981, fatta salva la facoltà dell’Amministrazione comunale di determinare in maniera diversa la misura del pagamento in misura ridotta, ai sensi dell’articolo 6.bis del D.L. n. 92/2008 convertito con modificazioni nella Legge n. 125/2008 e ss.mm.ii..

Si invita la cittadinanza a prendere visione del testo del provvedimento, con particolare riferimento all'articolo 3 che indica come raggruppare correttamente i materiali per tipologie omogenee.