L'8 maggio 1914, un disastroso terremoto colpì il nostro territorio e particolarmente i centri di Linera, Maria Vergine, Cosentini e Bongiardo, provocando ingentissimi danni e numerose vittime.

Il terremoto di Linera

E' facile riconoscere quel sisma, ricordato da tutti come "terremoto di Linera", come il più grande disastro subito dalla nostra comunità, ancorché in quel tempo quei borghi e quei villaggi non fossero ancora riuniti sotto l'odierno Comune di Santa Venerina.

La celebrazione del centenario di quell'evento è occasione non solo per ricordare chi ne fu colpito, per approfondire la conoscenza di quanto accaduto, per riunire un modo ordinato documenti, cronache giornalistiche, immagini, testimonianze, ma è anche occasione per riflettere sulle conseguenze derivanti dal vivere in zone sismiche, sulle precauzioni necessarie, sulle inevitabili implicazioni urbanistiche, sulla necessità della conoscenza del suolo quale forma di prevenzione.